28.Oct.2019

L’Oms punta sulla salute digitale: un gruppo di esperti convocati a Ginevra da tutto il mondo

L'Oms punta sulla salute digitale. E per la prima volta ha convocato esperti di tutto il mondo per aiutare a modellare la tabella di marcia dell'Organizzazione per far avanzare l'ecosistema della salute digitale.

Il gruppo di consulenza tecnica sulla salute digitale dell'Oms si è riunito pochi giorni fa per discutere argomenti che vanno dalla governance dei dati, all'uso etico ed equo delle tecnologie digitali, per aiutare le comunità a beneficiare di soluzioni di salute digitale comprovate ed economiche.

"Tutti i governi devono far fronte a crescenti richieste di servizi sanitari ai propri cittadini e molte tecnologie digitali offrono soluzioni per soddisfare queste esigenze", ha affermato il direttore generale Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Ma i paesi richiedono fiducia in ciò che funziona. Il piano d'azione concordato oggi concentra i nostri sforzi sull'aiutare il mondo a beneficiare delle tecnologie e soluzioni sanitarie digitali salvaguardando l'abuso dei dati delle persone e proteggendo la loro salute ".

La riunione di due giorni presso la sede Oms a Ginevra ha portato a un piano d'azione concordato per concentrare le attività e le priorità del gruppo di esperti nei prossimi due anni. L'incontro si è concentrato sulla migliore definizione del ruolo dell'Oms nel sostenere la trasformazione digitale globale.

Questi gli argomenti da sviluppare:

  • sviluppare un quadro globale per l'Oms per convalidare, implementare e potenziare le tecnologie e le soluzioni sanitarie digitali;
  • raccomandazioni per un uso sicuro ed etico delle tecnologie digitali per rafforzare i sistemi sanitari nazionali migliorando la qualità e la copertura delle cure, aumentando l'accesso alle informazioni sulla salute;
  • consulenza su modelli di partenariato per accelerare l'uso delle capacità sanitarie digitali nei paesi per ottenere migliori risultati sanitari;
  • consigli sulle tecnologie emergenti per la salute digitale con portata e impatto globali: nessuno è lasciato indietro.

 Il copresidente del gruppo consultivo Steve Davis, presidente e amministratore delegato del PATH globale no profit sulla salute, ha affermato che il nuovo piano fornisce indicazioni per aiutare l'Oms a massimizzare il potenziale del panorama della salute digitale e tracciare le tendenze, gli strumenti e le opportunità future. “L'Oms continua a dimostrare il suo forte impegno a sfruttare il potere delle tecnologie e dei dati digitali per affrontare le sfide sanitarie più urgenti al mondo attraverso il lancio di questo nuovo gruppo di consulenza tecnica sulla salute digitale. Sono onorato di essere copresidente di questo gruppo che riunisce diversi esperti di governo, società civile, innovatori tecnologici e ONG", ha affermato Davis. "Siamo impegnati a collaborare con l'Oms per identificare strumenti e approcci digitali e dati sostenibili e scalabili che soddisfino le esigenze sanitarie globali."

Bernardo Mariano, direttore del Dipartimento di salute e innovazione digitale dell'Oms, ha dichiarato: "Le tecnologie digitali possono svolgere un ruolo importante nel miglioramento della salute delle persone in tutto il mondo". "L'obiettivo dell'Oms è garantire che le tecnologie digitali per la salute siano sicure e che strumenti collaudati raggiungano tutti, ovunque", ha aggiunto Mariano. “La salute digitale può aiutare ad espandere l'assistenza sanitaria di base, consentire agli operatori sanitari di combattere il risorgere o le nuove malattie e garantire che le persone possano beneficiare della trasformazione della salute digitale. Ciò che oggi chiameremo "salute digitale" sarà, in futuro, noto semplicemente come il modo in cui forniamo servizi sanitari nell'era digitale ".

I membri del gruppo di consulenza tecnica si incontreranno regolarmente nel prossimo anno per attuare il loro piano di lavoro a sostegno dell'agenda della salute digitale dell'Oms.

Rappresentando i settori pubblico, privato e sociale, gli esperti forniranno approfondimenti, orientamento, feedback e nuove opportunità per l'Oms in quanto aiutano a guidare la trasformazione della salute digitale nei paesi e nel mondo.

I membri provengono da una vasta gamma di settori della salute digitale, tra cui intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, innovazione biomedica, chirurgia robotica e tecnologie indossabili; sono rappresentati anche esperti in salute e benessere, etica, governance, sicurezza, economia e diritto.

All'inizio di quest'anno, l'Oms ha istituito il suo primo dipartimento di salute digitale per lavorare sulle tecnologie sanitarie digitali.

 La risoluzione dell'Assemblea mondiale della sanità WHA / 71 A71 sulla salute digitale è alla base di questo lavoro e gli esperti hanno steso una serie di azioni:

  • valutare l’uso delle tecnologie digitali per la salute, anche nelle informazioni sulla salute per identificare le aree di miglioramento e dare la priorità allo sviluppo, alla valutazione, all'attuazione, all'ampliamento e maggiore utilizzo delle tecnologie digitali, come mezzo per promuovere un sistema equo, economico e universale accesso alla salute per tutti, compresi i bisogni speciali dei gruppi vulnerabili nel contesto di salute digitale;
  • considerare come le tecnologie digitali potrebbero essere integrate nelle infrastrutture esistenti e nella regolamentazione dei sistemi sanitari, per rafforzare le priorità sanitarie nazionali e globali ottimizzando piattaforme e servizi esistenti, per la promozione della salute centrata sulle persone e prevenzione delle malattie e al fine di ridurre l'onere per i sistemi sanitari;
  • ottimizzare l'uso delle risorse da parte dei servizi sanitari nell'applicazione e l'uso delle tecnologie digitali;
  • identificare le aree prioritarie in cui è utile un orientamento normativo, assistenza tecnica e consulenza sulla salute digitale;
  • collaborare e sostenere l'interoperabilità delle tecnologie digitali per la salute promuovendo l'uso di standard internazionali aperti e a  prezzi accessibili, efficace e di facile adattabilità;
  • diffondere le migliori pratiche ed esempi positivi di salute digitale;
  • rafforzare la resilienza della salute pubblica e promuovere opportunità attraverso l'uso delle tecnologie digitali, anche per migliorare l'accesso e il monitoraggio, la condivisione e l'uso di dati di qualità, per una risposta rapida alle emergenze di salute pubblica;
  • costruire abilità delle risorse umane, tecniche e sanitarie, per la salute digitale;
  • migliorare le competenze digitali di tutti i cittadini, creare fiducia e sostegno da parte del pubblico per le soluzioni sanitarie digitali e promuovere l'applicazione di tecnologie sanitarie digitali nella fornitura e nell'accesso ai servizi sanitari quotidiani;
  • sviluppare la legislazione e/o le politiche di protezione dei dati relative ai problemi di accesso ai dati, condivisione, consenso, sicurezza, privacy, interoperabilità e inclusività;
  • sviluppare partenariati efficaci con le parti interessate di tutti i settori nel uso della salute digitale.
 

altre news