01.Feb.2021

Il ruolo del farmacista nel rapporto con gli over 65. Il 7 febbraio il Web Forum promosso da Guna

Quale approccio professionale deve avere il farmacista nel rapporto con i Senior? Quali strumenti aggiornati ha a disposizione al fine di sostenere un paziente cronico e agevolarne un invecchiamento in buona salute? Quale evoluzione c’è stata nelle politiche sanitarie a sostegno del paziente Senior e quali sono le ricadute sul servizio farmaceutico?

Queste e molte altre sono le domande a cui autorevoli rappresentanti del mondo accademico, imprenditoriale e farmaceutico risponderanno durante il Web Forum di domenica 7 febbraio 2021 dal titolo “I Senior: dalla prevenzione alla gestione della cronicità. Il ruolo del Farmacista”, organizzato da Guna S.p.a., in collaborazione con il Who Collaborating Center for Traditional Medicine dell’Università Statale di Milano e con il patrocinio delle principali associazioni di categoria.

È infatti proprio per sostenere la salute degli over-65 (in costante incremento sul totale della popolazione) e garantirne il loro benessere attraverso la divulgazione di idee, progetti, politiche e azioni concrete da parte di tutti i protagonisti della sanità – governi, società, istituzioni accademiche, agenzie internazionali, media, ricercatori, industrie farmaceutiche e professionisti del settore – che l’Oms ha lanciato il programma “Decade of Healthy Ageing 2020-2030”. 

“Con questa iniziativa - dichiara Alessandro Pizzoccaro, Presidente di Guna - abbiamo voluto dare concretezza alle Linee Guida del Programma decennale 'Healthy Ageing 2020-2030', che invitano il settore privato ad una partecipazione attiva al programma, così, assieme ad esponenti prestigiosi del mondo medico, delle farmacie e dell’Oms, abbiamo promosso la realizzazione di questi due Web Forum, in cui verranno illustrate e condivise le conoscenze scientifiche più aggiornate allo scopo di favorire il miglior invecchiamento in buona salute”. 

Il programma dell’incontro è suddiviso in due sessioni, la prima, intitolata: “I Senior e la Farmacia” avrà come chairmen i professori dell’Università di Milano: Umberto Solimene, direttore del Who Collaborating Center for Traditional Medicine ed il vicedirettore, Emilio Minelli. Alla loro introduzione seguiranno i saluti istituzionali di Yuka Sumi del Who Ageing and Health, e poi gli interventi di Andrea Mandelli, presidente Fofi, su “L’evoluzione nelle politiche sanitarie e sostegno del paziente senior e le ricadute sul servizio farmaceutico” e di Marco Cossolo, presidente Federfarma, su “La nuova sfida della popolazione senior: la responsabilità del farmacista territoriale a sostegno del paziente cronico e di un invecchiamento in salute”. 

Seguiranno poi le relazioni di Roberto Tobia, vicepresidente Utifar, su “Sanità digitale e senior: come avvicinarli rendendo migliore il Welfare. Il ruolo del farmacista”, di Marcello Pani, segretario nazionale Sifo, su “Gestione del paziente ospedalizzato in continuità tra farmacia ospedaliera e territoriale. Impatto su spesa e politica sanitaria” e, infine, di Liliana Garino, General Manager Guna, su “Modelli innovativi in farmacia di collaborazione a sostegno degli over 65”.

Nella seconda sessione, “L’importanza del Farmacista secondo la visione dell’Oms”, presieduta da Leonello Milani -Specialista in Neurologia- si potrà assistere alle presentazioni del Prof. Solimene sui programmi dell’Oms sulla gestione dell’ageing e di politica sanitaria internazionale e del Prof. Minelli sul ruolo della medicina integrata e la responsabilità del farmacista per una comunità mondiale longeva e in salute.

Chiuderà i lavori Alessandro Pizzoccaro, Presidente Guna.

Per maggiori informazioni e per iscriversi online: https://agenda.akesios.it/eventi/i-senior/. I farmacisti che parteciperanno al Forum riceveranno l’attestato di partecipazione e i relativi crediti formativi, previa superamento del test Ecm da effettuare entro 72 ore dal termine dell’evento.

 

Fonte: IlFarmacistaOnline

altre news