11.Dec.2020

Covid. Saturimetro nelle farmacie, fino al 20 dicembre gratis test ossigeno nel sangue

L’emergenza Covid-19 ha insegnato quanto sia fondamentale valutare l’ossigenazione del sangue per accorgersi tempestivamente delle prime difficoltà respiratorie che possono essere collegate all’infezione da Sars-CoV-2.

Ecco quindi che, per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di misurare i livelli di ossigeno nel sangue attraverso l’uso del saturimetro, la Società Italiana di Pneumologia insieme a Federfarma e con il patrocinio della Fofi, lancia la prima campagna di educazione sanitaria e prevenzione MisuriAMO2. Fino al 20 dicembre nelle farmacie aderenti alla campagna sarà possibile sottoporsi alla misurazione gratuita dell’ossigeno nel sangue; i dati raccolti in forma anonima grazie allo screening serviranno a realizzare uno studio scientifico a cura della Sip.

“La saturazione arteriosa è un parametro fondamentale, anche se meno noto rispetto a temperatura o pressione arteriosa: è indicativo della quantità di ossigeno presente nel sangue arterioso e quindi indirettamente dello stato di salute dell'apparato respiratorio e di quello cardiocircolatorio – spiega Luca Richeldi, presidente della Società Italiana di Pneumologia – la misurazione di questo parametro assume particolare importanza nell’attuale contesto pandemico perché Covid-19 può provocare una polmonite interstiziale e conseguente insufficienza respiratoria che inizialmente possono decorrere anche senza sintomi di rilievo – aggiunge Richeldi – la decisione spetta naturalmente al medico, ma la misura dei livelli di ossigeno nel sangue è fondamentale per intervenire quando è davvero necessario, evitando allarmi inutili e pressioni sui Pronto Soccorso, garantendo allo stesso tempo interventi tempestivi in caso di insufficienza respiratoria. Il saturimetro è uno strumento semplice e sicuro, che si applica sul dito della mano e in pochi secondi fornisce due valori: la saturazione arteriosa e la frequenza cardiaca. Valori di saturazione superiori al 95% sono da ritenersi normali. Nel contesto del Covid-19, valori inferiori al 92% devono fare scattare l’allarme”.

“Le farmacie, durante l’emergenza Covid-19, hanno dimostrato ancora una volta di essere un presidio di prossimità pronto a rispondere in modo adeguato alle esigenze dei cittadini, come parte integrante del Ssn – dichiara il Presidente di Federfarma Marco Cossolo – e oggi sono pronte a svolgere un ruolo ancora più strategico in questa fase molto delicata per il Paese. La campagna MisuriAMO2 va proprio in questa direzione, in quanto punta a valorizzare l’impegno delle farmacie sul fronte della prevenzione e del monitoraggio dei pazienti cronici. La farmacia è un punto di riferimento per i cittadini anche per quanto riguarda il corretto uso dei medicinali e dei dispositivi medici e, con questa iniziativa, con l’autorevole supporto scientifico della SIP, è impegnata a diffondere l’utilizzo del saturimetro, un presidio medico essenziale per tenere sotto controllo la salute dei cittadini, evidenziare precocemente l’insorgere di patologie di forte impatto sociale, monitorare i pazienti affetti da patologie polmonari croniche, nonché i pazienti Covid, assistiti a domicilio. Ringrazio il Prof. Richeldi per aver dato fiducia alle farmacie come partner in questa importante iniziativa che confidiamo possa essere la prima di una serie di attività congiunte a tutela del diritto fondamentale alla salute.”

“Da sempre i farmacisti di comunità sono i professionisti della salute più accessibili sul territorio, come si è dimostrato anche durante le fasi più critiche della pandemia – afferma Andrea Mandelli, Presidente Fofi – sono dunque nella posizione ideale per informare i cittadini e promuovere comportamenti corretti per quanto riguarda la prevenzione e l’aderenza alle cure prescritte dal medico e alle indicazioni che vengono dalla comunità scientifica. Sono certo che anche nella campagna MisuriAMO2 si confermeranno sia il valore dei farmacisti e delle farmacie su questo fronte, sia il grande rapporto di fiducia che li lega ai pazienti”.

 

Fonte: IlFarmacistaOnline

altre news