07.Feb.2020

Congresso nazionale Sifap. Focus su certificazione del farmacista preparatore. A Bergamo il 28 e il 29 febbraio

Sifap, Società Scientifica che raccoglie i farmacisti che allestiscono medicinali nel laboratorio della farmacia, organizza il suo VII Congresso Nazionale dal titolo "Certificazione Sifap del Farmacista Preparatore: significato e finalità". Novità normative, tecniche e aspetti pratici al Centro Congressi Giovanni XXIII a Bergamo venerdì 28 e sabato 29 febbraio 2020.

Lo scopo è quello di analizzare le principali opportunità e problematiche della preparazione dei medicinali nelle farmacie aperte al pubblico e ospedaliere. Sarà inoltre l’occasione per conferire le prime Certificazioni Sifap ai farmacisti che hanno abbracciato il progetto di un percorso di riconoscimento del farmacista preparatore, avviatosi nel precedente congresso, nella convinzione che possa diventare un’attestazione di qualità.

È necessario garantire al paziente che quanto allestito dal Farmacista Preparatore sia un medicinale di qualità, realizzato a regola d’arte. Nel panorama sanitario nazionale, la Farmacia dei Servizi assume un ruolo di fondamentale importanza per il futuro della Farmacia; la quale deve essere un punto di riferimento capillare per i cittadini, guidato da un professionista preparato e sempre più qualificato/certificato. Il Farmacista Preparatore può e deve intervenire nei casi in cui l’industria non riesce a garantire un’adeguata personalizzazione della cura.

Una tavola rotonda coinvolgerà Ministero della Salute, Sifo e Sifap con l’intento di delineare la figura del Farmacista Preparatore all’interno del nuovo panorama normativo. Il programma è inoltre arricchito da sessioni parallele che affrontano temi tecnici e altamente specifici: i requisiti tecnici per l’allestimento dei colliri, il supporto dermo-cosmetico in oncologia, la galenica tricologica, le sospensioni, i preparati a base di cannabis, qualità e interazioni dei botanicals, la REV applicata al preparato magistrale.

I farmacisti che desiderano presentare un lavoro scientifico potranno partecipare alla sessione poster e, qualora fossero scelti, alle comunicazioni scientifiche orali. Sarà data ampia visibilità agli operatori del settore, con un’area espositiva dedicata.

 

Fonte: IlFarmacistaOnline

altre news