Crescita professionale

 

La possibilità di fare carriera è spesso associata all’abilità e alla fortuna, ma in realtà buona parte è dovuta alla capacità di trovare il lavoro che combacia con la nostra personalità e, ovviamente, le nostre capacità. Se non hai ancora letto “Attitudini e lavoro” e “Motivazione al lavoro”, ti consigliamo di leggerli per comprendere l’importanza dell’autorealizzazione. 

È necessario lavorare continuamente su se stessi e sulle proprie risorse per fare scelte professionali coerenti. 

Per puntare su ciò che ci interessa davvero bisogna avere tre capisaldi

  • la meta da raggiungere: l’obiettivo attorno al quale costruire la propria crescita, che può avere diversi gradi di definizione;
  • la passione, che potremo infondere se quanto facciamo è coerente con il nostro modo di essere;
  • la determinazione: è necessaria perché, per raggiungere un obiettivo, per quanta passione ci possiamo mettere, dovremo affrontare momenti di difficoltà, attimi di delusione e di sconforto. 

È importante tenere bene a mente questi aspetti in modo da rendere coerente il nostro processo di sviluppo personale con il percorso di crescita professionale.

Per crescita professionale si intendono diverse cose, a seconda che ci si trovi all’inizio della propria carriera o ad un punto avanzato. 

Per iniziare la propria carriera è consigliabile inserirsi in una situazione lavorativa abbinata ad una formazione: ciò è importante perché permette di crescere studiando e imparando le cose gradatamente. Le attività che caratterizzano quindi la crescita professionale di una persona appena entrata in un team, ruotano intorno ad aspetti come la formazione, la mentorship, l’allocazione in staff particolari, ecc.

Per quanto riguarda invece le persone con una significativa esperienza, la crescita professionale riguarda principalmente un’acquisizione di responsabilità sempre maggiori.

È importante sottolineare che la crescita non è solo legata all’avanzamento di ruolo, ma anche all’acquisizione e alla fissazione di competenze sempre più avanzate; possiamo infatti distinguere una crescita professionale “manageriale” e una crescita professionale “specialistica”: la prima distingue figure che crescono orizzontalmente acquisendo responsabilità di gestione, mentre la seconda identifica persone che crescono verticalmente, specializzandosi sempre più all’interno di una specifica funzione.  

Alcuni consigli per aiutare la tua crescita professionale: 

  • “learning by doing”: non avere paura di provare nuove esperienze, perché fare le cose è il modo migliore per impararle. Ovviamente questo non vuol dire gettarsi a capofitto in qualsiasi cosa senza averne le competenze;
  • accettare le responsabilità: anche se si tratta di una responsabilità per piccole cose è importante imparare a gestirla, per prepararsi ad un futuro aumento del livello di responsabilità.

Qui puoi scaricare un esercizio che ti aiuterà a riflettere sul tuo sviluppo personale e professionale. 

Download (PDF)