Motivazione alla candidatura

 

Il CV non è il documento in cui dilungarsi con approfondite descrizioni di se stessi e delle proprie esperienze; è dunque molto importante sfruttare l’opportunità di allegare al curriculum una motivazione alla candidatura (la cosiddetta “lettera di motivazione” o “lettera di accompagnamento”). 

In questo modo il selezionatore non avrà solo il CV, che ha lo scopo di riassumere la vita professionale e le competenze lavorative, ma anche un documento che gli permette di capire le motivazioni e gli obiettivi di carriera del candidato. Rinunciando ad allegare una motivazione alla candidatura, rinunciamo a inviare una presentazione completa di noi stessi alle aziende.

L’obiettivo della motivazione alla candidatura è di dare al selezionatore un’idea della personalità del candidato, della sua professionalità e di ciò che lo spinge a chiedere l’assunzione presso quella specifica azienda. Tale documento deve quindi essere personalizzato, in modo da rispondere ad una specifica offerta di lavoro: il copia-incolla non funziona, perché non provoca l’interesse di chi legge. 

Spesso oggi la motivazione alla candidatura viene inviata come corpo di una email alla quale si allega il CV o viene inserita nei form di candidatura presenti su molti siti sia di recruiting che aziendali. Un consiglio sempre valido, ma a maggior ragione nei due casi appena esposti, è quello di utilizzare uno stile incisivo e breve ma pur sempre preciso e completo

Bisogna inoltre porre attenzione all’uniformità dei dati con il curriculum (numero e tipo di informazioni).

In breve, i punti che non possono mancare in una motivazione alla candidatura riguardano:

  • dove è stato letto l’annuncio/come si è arrivati all’azienda; 
  • breve descrizione del proprio profilo (attenzione: senza replicare il CV, ma piuttosto rimandando ad esso); 
  • perché si è interessati all’azienda/ragioni per cui si sta inviando il CV (si deve mostrare di conoscere l’azienda e le cose che fa); 
  • cosa si può portare all’azienda: è qui che bisogna esprimere il valore aggiunto che si apporterebbe all’azienda con una eventuale assunzione, valorizzando le proprie competenze e approfondendo le ragioni per cui si cerca proprio quel lavoro.