Come scrivere un curriculum

 

Prima di tutto, per scrivere un buon CV, è utile seguire i seguenti consigli:

  • il CV deve contenere tutte le informazioni in maniera sobria, precisa e sintetica: è buona norma che non superi le due pagine; 
  • il CV va riletto con cura, per evitare errori di ortografia, punteggiatura e impaginazione: un CV mal organizzato o/e con errori sarà tra i primi ad essere scartati; 
  • nel CV è preferibile non utilizzare indirizzi e-mail che contengono nomignoli strani: è più professionale un indirizzo sobrio e/o neutro;
  • al CV può essere allegata una foto, ma attenzione ad inserirne una con uno sfondo neutro: non sono infatti gradite foto stile “spiaggia” o “party”;
  • le informazioni vanno generalmente inserite cronologicamente, a partire dalla più recente;
  • una buona idea è di organizzare il CV su sezioni; di seguito potete trovare una nostra proposta. Starà poi al singolo candidato riflettere sul proprio percorso e decidere quali sezioni inserire. 

 

Linee guida per il CV

 

1) Dati personali e informazioni di contatto

In questa sezione vanno inseriti i propri dati anagrafici e i recapiti a cui essere contattati:

  • Nome
  • Cognome
  • Data e luogo di nascita
  • Stato civile
  • Indirizzo
  • Telefono
  • E-mail
  • Link a social network

 

2) In breve

In questa sintetica parte, l’idea è di inserire poche righe per presentare le principali competenze ed esperienze maturate. Si tratta di un piccolo riassunto, che ha la funzione di stuzzicare la curiosità del selezionatore e di guidarlo nella lettura del proprio profilo professionale. 

 

3) Formazione

In questa sezione va inserito il proprio percorso formativo, in ordine cronologico a partire dall’esperienza più recente. Vanno specificati:

  • Livello di istruzione (es. diploma, laurea triennale, LMCU, master, ecc.)
  • Nome istituto/università
  • Periodo
  • Città/sede
  • Votazione
  • Ulteriori informazioni (es. titolo della tesi)

N.B. In generale nel CV non si inseriscono scuole elementari e medie, a meno che non ci sia una specifica rilevanza (es. scuole all'estero).

 

4) Certificazioni e riconoscimenti

Se avete ottenuto una certificazione linguistica o di altro tipo, se avete vinto un’importante borsa di studio, questa è la sezione in cui inserire tali informazioni, specificando:

  • Tipo di certificazione/riconoscimento
  • Nome istituto/ente
  • Data conseguimento
  • Breve descrizione ed eventuale punteggio ottenuto

 

5) Esperienze professionali

Questa è la sezione in cui vanno elencate, in ordine cronologico a partire dalla più recente, le proprie esperienze lavorative. Vanno specificati:

  • Periodo
  • Ente/Associazione/Organizzazione
  • Ruolo/breve descrizione
  • Città/sede di lavoro
  • Mansioni svolte/esperienze accumulate

 

6) Esperienze extra-professionali

Non tutte le esperienze che facciamo nella nostra vita sono prettamente lavorative: questa sezione offre l’opportunità di inserire esperienze rilevanti svolte in ambiti quali, ad esempio, il volontariato e l’associazionismo. I campi da compilare sono:

  • Periodo
  • Ente/Associazione/Organizzazione
  • Ruolo/breve descrizione
  • Città/sede
  • Mansioni svolte/esperienze accumulate

 

7) Competenze linguistiche

Esistono vari modi di esprimere sul CV le proprie conoscenze linguistiche. Il metodo più oggettivo è quello di utilizzare i livelli di classificazione (es. B1, B2, C1), ma non sempre è facile inserirsi in questi range, a meno che non si sia in possesso di una certificazione. 

Il consiglio è dunque quello di specificare, per ogni lingua, il livello parlato e scritto posseduto, che può essere “madrelingua” o: elementare, intermedio, ottimo. 

 

8) Competenze informatiche

In questa sezione vanno elencate le proprie competenze informatiche. Anche qui può essere eventualmente specificato il livello di competenza: elementare, intermedio, ottimo.

 

9) Interessi personali

Qui è possibile elencare brevemente gli interessi e le attività svolte nel tempo libero, per evidenziare caratteristiche personali e competenze esercitate in contesti extra-professionali. 

 

 

In fondo al CV va aggiunta l’autorizzazione all’utilizzo dei dati personali, con la seguente formula: “Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base all’Art. 13 del D.Lgs. 196/2003”. 

Torna su